Installare MongoDB on OS X

Ultimo aggiornamento più di 4 anni fa
Enrico-guida
più di 4 anni fa

Ciao Ragazzi!
Inizio subito a sporcare la sezione "Installazione / configurazione" :)
Vi riporto quelli che sono stati i miei passaggi per una buona e riuscita installazione di MongoDB.

1. Scarichiamo ed installiamo MongoDB andando sul sito ufficiale www.mongodb.org e poi nella sezione “download“.
2. Scegliamo, in base al nostro sistema operativo (OS X in questo caso) e scarichiamo il file binario.
3. Terminato il download scompattate il file archiviato ed andate nella cartella bin.
4. Create qui un nuovo file di testo chiamato “mongodb.config“.
5. Aprite il terminale e create la cartella che conterrà i vostri database. (potete fare un copia e incolla di questi comandi omettendo le virgolette)
6. “mkdir -p /database/MongoDB”  -> Nota:” se riscontrare un errore di permessi allora usate “sudo mkdir -p /database/MongoDB” verrà rischiesta la vostra password, inseritela e confermate.

7. OK, troviamo la cartella “database/MongoDB” nella cartella principale del vostro HD.

8. Apriamo il file precedentemente creato “mongodb.config” ed aggiungiamo la stringa che dirà a MongoDB dove salvare i dati
nel mio caso sarà ” dbpath=/database/MongoDB “.
9 . Tramite terminale spostiamoci nella cartella MongoDB e poi bin.
10.
Avendo spostato la cartella sulla scrivania il mio percorso sarà: ” cd Desktop/mongodb-osx-x86_64-3.0.5 ” e poi ” cd bin
11. Ora possiamo far partire il server con ” ./mongod ” o indichiamo il salvataggio nella cartella MongoDB ” ./mongod –dbpath /database/MongoDB” -> Nota: come per il punto 6. ci si può imbattere in un errore di permessi. Semplicemente impostare “sudo” prima di ogni istruzione (es: sudo ./mongod).

12. A questo punto il server è attivo ed abbiamo a video una serie di informazioni come ad esempio il path prima impostato e l’attesa alla connessione.

13. Apriamo una nuova finestra del terminale NON CHIUDENDO questa.
14. Andiamo nella cartella bin come per il punto 10.
15. Eseguiamo MongoDB con il comando ” sudo ./mongo “.

16. Perfetto ora siamo in Mongo!
17. Se guardiamo l’altro terminale notiamo che il server non è più in attesa ma ha accettato la connessione confermando il nostro buon lavoro.

Per avere ancora una conferma digitiamo nella shell di ./mongo “db.version()“.

Se ci appare qualche errore allora abbiamo sbagliato qualcosa, altrimenti ci stampa il numero di versione corrente di MongoDB

semplice no?! :)


PS. avrei voluto inserire delle immagini ma ho evitato per non appesantire troppo....se qualcuno ha bisogno di immagini di riferimento le chieda pure :))